Due donne e un delitto all'Ambra alla Garbatella


9 gennaio 2015 
Il teatro è pieno e il pubblico curioso, quando si è alzato il sipario ieri sera, la data del debutto di una commedia comica, che ha come protagoniste due brave attrici come Giorgia Wurth e Silvia Delfino. 
La ricca e svaporata Viola, piomba in casa dell'amica Claudia, colta e abile giornalista senza lavoro, per chiederle aiuto o forse per nascondere la sua colpa, un omicidio di cui potrebbe essersi macchiata, quello del marito. La solidarietà femminile è rara ma stavolta l'intelligenza di Clara, consentirà all'amica di trovare un senso al suo smarrimento e forse il colpevole dell'omicidio, attraverso un piano studiato dalla giornalista che in passato si è occupata anche di cronaca nera.
Lo scontro, gli equivoci e le bugie scoperte, rendono la storia divertente, ma l'intreccio giallo è sbiadito dall'assenza di colpi di scena nel testo e il finale resta aperto, il presunto colpevole, è annunciato da una voce alla radio, lasciando le due protagoniste perplesse, come il pubblico in cerca di una risposta adeguata.
Il primo tempo è lento, mentre la seconda parte dello spettacolo risulta divertente e movimentata ma sarà che la prima, è un momento di grande tensione per gli attori, consiglio di andare a seguire lo spettacolo nelle prossime repliche all'Ambra alla Garbatella, fino al 25 gennaio 2015, dove le due attrici saranno più affiatate e convinte. Il regista Massimo Natale, lo ricordo in diversi spettacoli di rara bellezza tra cui "Ascolta il canto del vento", "Evil Bar", "Se tornassi indietro" e prossimamente sarà al Golden con "Zio Pino". 

di Tania Croce






Nessun commento:

Posta un commento

PennadorodiTania CroceDesign byIole