Into the wild world Quello che cercano di Riccardo Mei al teatro LoSpazio

La storia vera di Cristopher McCandless, il protagonista del romanzo di Jon Krahauer, che ammalio' Sean Penn a tal punto da scrivere e dirigere il noto film "Into the wild", ha sedotto il musicista e cantante Riccardo Mei, che dotato di una voce straordinaria e di un cuore immenso, ha condotto gli spettatori in un viaggio musicale e letterario nei territori selvaggi dell'anima e della natura. Tra intensi pezzi di Eddie Vedder, Cat Stevens, John Lennon o i Pearl Jam, Gaber, citazioni e storie di Jack London, Thoreau, fino all'alpinista avventuriero e scrittore Walter Bonatti, Riccardo, come un indiano delicato nel calpestare la nuda terra che ci ospita per un tempo limitato e straordinario, ha cantato la sua immensa passione per la letteratura, la musica, la natura, ossia quegli elementi che hanno segnato le tappe del suo itinerario artistico e umano. È stato un percorso coinvolgente e multimediale, con immagini e straordinarie foto della foresta incontaminata, che s'insinuava tra le note degli strumenti suonati insieme a Cinzia Gizzi, Maurizio Loffredo, Maurizio Meo e Ivo Parlati. Into the wild world, è stata "Una immersione totale nel mondo selvaggio della natura e degli uomini che non dimenticherete" (Riccardo Mei)

di Tania Croce

1 commento:

  1. Dopo questo spettacolo siamo tornati a casa carichi di grande amore e rispetto per la natura e ritenendkci fortunati per il grande regalo che ci è stato fatto e dovremmo fare dj tutto per conservarla e nkn distruggerla...bellissima recensione Tania sempre attenta ai temi sull'ambiente...ricordo il tuo tema alla maturità su questo argomento .!!

    RispondiElimina

PennadorodiTania CroceDesign byIole