Eliseo 2017/2018

"Restituiamo emozioni" è il delizioso slogan della stagione presentata ieri 14 giugno 2017 nel teatro che per il terzo anno consecutivo torna a essere vivo e vitale, grazie all'impegno di Luca Barbareschi e al suo gruppo di lavoro eccezionale, non ultimi gli attori che sono pronti a regalare al suo pubblico e a noi giornalisti, spettacoli straordinari da vedere e recensire.
Si parte alla grande il 26 settembre con "Finale di partita" di Samuel Beckett dove Glauco Mauri e Roberto Sturno, saranno diretti da Andrea Baracco. Dal 17 ottobre calcherà le tavole dell'Eliseo, Massimo Dapporto con "Un borghese piccolo piccolo", adattato e diretto da Massimo Coniglio.
Il 7 novembre Luca Barbareschi sarà in scena con Lunetta Savino, Massimo Reale e Duccio Camerini ne "Il Penitente", diretto dallo stesso Barbareschi.
All'Eliseo non poteva mancare l'ironia e la vis comica di Gioele Dix nei panni de "Il malato immaginario" di Molière, dal 28 novembre, diretto da Andrée Ruth Shammah. E' gradito il ritorno di Filippo Dini, che dirigerà Ambra Angiolini e Matteo Cremon ne "La guerra dei Roses", dal 19 dicembre 2017.
Il nuovo anno si aprirà con l'adattamento di Massimiliano Bruno e  Francesco Bellomo di "Sogno di una notte di mezza estate" con Stefano Fresi, Giorgio Pasotti, Violante Placido che farà il suo debutto teatrale e Paolo Ruffini.
Dopo il successo nella scorsa stagione teatrale al Piccolo Eliseo, torna dal 30 gennaio 2018 Silvio Orlando con "Lacci" diretto da Armando Pugliese.
Alessandro Preziosi sarà "Vincent Van Gogh" dal 13 febbraio, con la regia di Alessandro Maggi. L'Eliseo si trasformerà in un'Arena con Lello, diretto da Luciano Melochionna in "Parenti Serpenti" dal 6 marzo.
Giunge al teatro Eliseo il maestro Mariano Rigillo dal 20 marzo con "Eden Teatro", di Raffaele Viviani, diretto da Alfredo Arias.
Ancora grande letteratura teatrale con "Circus Don Chisciotte" di e con Ruggero Cappuccio dal 3 aprile.
In chiusura di stagione, lo spettacolo "La cucina" di Arnold Wesker, nella versione italiana di Alessandro Serra, con un grande cast e diretto da Valerio Binasco.
Straordinari gli spettacoli al Piccolo Eliseo, ne citerò solo alcuni "Lampedusa" con Donatella Finocchiaro e Fabio Troiano, per la regia di Gianpiero Borgia e "Novantadue" Falcone e Borsellino, 20 anni dopo, con Filippo Dini, Giovanni Moschella e  Pierluigi Corallo.

Un grazie a Maria Letizia Maffei e Antonella Mucciaccio, puntuali nel loro impegno come ufficio stampa di questi due bei teatri.

di Tania Croce


  

Nessun commento:

Posta un commento

PennadorodiTania CroceDesign byIole