La misteriosa scomparsa di W e la Giornata Mondiale del libro

La cosa bella dei libri, anzi, la loro unicità è che sono la sola cosa a non avere una data di scadenza e a ispirare vite, film e spettacoli teatrali.
E' questo il caso de La misteriosa scomparsa di W interpretata da Angela Finocchiaro con la regia di Ruggero Cara nel 1994 e da Ambra Angiolini con la regia di Giorgio Gallione nel 2015/2016, il primo dei sei racconti contenuti nel primo volume di Teatro di Stefano Benni (seguito da Sherlock barman, La signorina Papillon, La moglie dell'eroe, La topastra e Astaroth) attraverso il quale ho deciso di festeggiare questa Giornata mondiale del libro e del diritto d'autore, nota anche come Giornata del libro e delle rose, l'evento patrocinato dall'UNESCO per promuovere la lettura, la pubblicazione dei libri e la protezione della proprietà intellettuale attraverso il copyright. 

Ben XVII scene compongono la narrazione di una scomparsa, o meglio della perdita di una V da parte della protagonista che si trascina senza la sua V perdendo i cinque sensi, soffrendo di variazioni d'umore, che non è una forma di depressione, no, lei può passare "da un'indifferenza artica per il mondo a una totale straziata compassione per qualsiasi forma di vita animata e inanimata".

E' un'esternazione di pensieri sparsi, di pezzi persi per la strada, delle sue storie, la più importante quella d'amore con Wolmer, dotato di una doppia V, che non le è stata sufficiente per dare senso a questo amore finito, anche se la cosa non le provocherà sofferenza dato che "la storia è finita perché era logicamente, matematicamente sbagliata".

Dedico tale lettura curiosa, bizzarra e originale, regalando idealmente una rosa agli appassionati di teatro, dei libri contemporanei e dell'insensatezza di questa meravigliosa vita.

di Tania Croce




2 commenti:

  1. Interessante da leggere...chapeau Tania ...hai scelto un libro originale e una storia diversa nella sua irrealtà!!

    RispondiElimina
    Risposte






    1. Molto interessante, grazie per le belle parole che mi hai rivolto!


      Elimina

PennadorodiTania CroceDesign byIole