Francesco Branchetti mi parla d'amore. L'intervista

Intervista a Francesco Branchetti, regista di Parlami d’amore di Philippe Claudel in scena al fianco di Nathaly Caldonazzo dal 10 al 20 ottobre al Teatro degli Audaci 

Tania Croce) Il titolo evoca il desiderio di raccontare una storia complessa e intensa, pensi che parlare d’amore in teatro e calamitare l’attenzione del pubblico distratto dalla tecnologia oggi, sia più complicato che nel secolo scorso? 

Francesco Branchetti) Sì, penso che sia molto più difficile e soprattutto penso che la difficoltà sia quella di far capire la differenza di qualità che può esserci tra l'esperienza teatrale e le altre esperienze peraltro interessanti che offre la tecnologia ma sicuramente meno adatte ad affrontare con profondità il tema del rapporto umano e del rapporto di coppia nelle sue problematiche più profonde. 

 Tania Croce) La psicologia dei personaggi è sottolineata anche dalle raffinate note di Pino Cangialosi. Quanto i silenzi pesano e giovano nel difficile gioco di coppia rappresentato? 

Francesco Branchetti) I silenzi sono importanti e danno valore e significato alle parole e la musica racconta più gli stati d'animo e i sentimenti dei personaggi che le azioni o la trama. 

Tania Croce) Parlami dell’amore tra i protagonisti di questa pièce… 

Francesco Branchetti) Si tratta di una coppia che sta attraversando una profonda crisi e nello spettacolo si racconta come possano sgretolarsi i punti di riferimento e le fondamenta di un rapporto. Si tratta di un “viaggio” profondo nel “privato” di una coppia condotto con grande capacità di introspezione psicologica ma anche con una sottile e pungente ironia che attraversa tutto il testo e lo spettacolo. 

Tania Croce) E’ stato bello lavorare con Nathaly? 

Francesco Branchetti) E' stato bello e gratificante sia professionalmente che dal punto di vista umano. 


E adesso non mi resta che invitarvi a vedere questo spettacolo in scena dal 10 al 20 ottobre 2019 al Teatro degli Audaci di Roma

di Tania Croce

2 commenti:

  1. Credl sia uno spettacolo molto profondo se esamina la crisi di un rapporto d'amore in crisi...vista la leggerezza con cui si consumano oggi i rapporti d'amore...esaminare e cercare di capire il perché porta a pensare che era un rapporto molto profondo...non mordi e fuggi come quelli di oggi...spettacolo consigliato ...da vedere assolutamente per apprezzare vero amore!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, i rapporti di oggi spesso si consumano senza amore...

      Elimina

PennadorodiTania CroceDesign byIole