Branchetti propone Un grande grido d'amore di J. Balasko. L'intervista

Un grande grido d’amore di Josiane Balasko (traduzione David Norisco) con Barbara De Rossi e Francesco Branchetti e con Isabella Giannone e Simone Lambertini, le musiche originali di Pino Cangialosi, le scene di Alessandra Ricci la regia di Francesco Branchetti, è un'opera che ha l'urgenza di essere illustrata e l'intervista concessami da Francesco, è necessaria. 

L’intervista di Tania Croce

Tania Croce) I protagonisti interpretano due ruoli di cui hanno fatto esperienza nella vita: quello di attore e di coniuge. Sembra scontato ma entrare nella parte di cui si conoscono le caratteristiche può aiutare l’attore ad essere credibile in scena. Josiane Balasko, l’autrice e attrice apprezzata in diversi adattamenti teatrali come Notte di Follia al Parioli con Anna Galiena e Corrado Tedeschi e nel film Il Riccio, tratto dal romanzo L’eleganza del riccio di Muriel Barbery, in Un grande grido d’amore concepisce un’opera illuminante dove l’interiorità dei personaggi irrompe sulla scena per comunicare il non detto e dove le azioni contano più delle parole? 

Francesco Branchetti) Verissimo… UN GRANDE GRIDO D’AMORE è una straordinaria pièce che davvero riconcilia con il teatro, comico ma non solo. E’ indubbiamente una comicità che nasce dalla costruzione perfetta dei caratteri dei nostri protagonisti e dalla ricostruzione altrettanto impeccabile del mondo di cui fanno parte ma sempre lontana da ogni forma di superficialità e di cliché. 
Il messaggio implicito è, sempre e comunque, che finché si riesce a ridere della propria paralisi comportamentale e sociale, c’è speranza. 

Tania Croce) Parlami del personaggio che interpreti... 

Francesco Branchetti) Il mio personaggio Hugo Martial è un attore ed è un personaggio estremamente divertente che sicuramente farà molto divertire il pubblico si tratta di un attore dalla carriera in fase calante che ritrova sulla scena una sua vecchia fiamma che è stata la donna della sua vita anche lei attrice dalla vita burrascosa e il rapporto tra i due è scenicamente denso di gag ed infiniti momenti di divertimento puro per il pubblico, per cui davvero mi diverto molto ad interpretare il personaggio di Hugo Martial anche perché rappresenta in tutto e per tutto anche nei difetti e tic la figura dell'attore e del commediante. 

Tania Croce) Perché hai scelto la commedia della Balasko? 

Francesco Branchetti) Ho scelto questa commedia perché L’estro e la genialità drammaturgica dell’autrice, in questo testo, ha caratteristiche molto precise drammaturgicamente parlando e il testo non ha solo l’ambizione di “seguire”, teatralmente parlando, i suoi personaggi, la loro costruzione e la loro strada, ma a poco a poco, senza quasi darlo a vedere, dall’ atmosfera da commedia, che vive sulla perfezione dei meccanismi e su un dialogo sfavillante e teatralmente perfetto, si passa a qualcosa di molto profondo che ci regala anche momenti di grande poesia e umanità; I personaggi caratterizzati in maniera straordinaria, non sono solo pedine dell’azione scenica, ma si trasformano in personaggi identificabili e riconoscibili di un ambiente, come quello del teatro e dello spettacolo, colti nei tic, nelle frustrazioni e nelle ambizioni spesso sbagliate o comunque bizzarre della loro esistenza. 

Tania Croce) Il teatro è? 

Francesco Branchetti) Quel magico mondo in cui si ha la straordinaria possibilità d'indagare l'animo umano e le tortuose relazioni che abbiamo con noi stessi e poi con gli altri; ansie, paure, malesseri, malinconie, dolori, solitudini. Il tutto protetti dal mondo del palcoscenico e in questo caso della comicità che ci libera forse dalla paura delle conseguenze della nostra avventurosa ricerca. Un viaggio dentro noi stessi e nei cuori di chi ci guarda. 

Ecco le date dello spettacolo in continuo aggiornamento

TOUR


Venerdì 10 gennaio - TREJA (MC)Sabato 11 gennaio  - VASTO (CH)
Da Martedì 21 a domenica 26 Gennaio - TEATRO SAN BABILA MILANO
Sabato 8 e Domenica 9 Febbraio -TEATRO CARDINAL MASSAIA TORINO
Mercoledì 12 Febbraio - GALATONE (LE)Venerdì  14 Febbraio - LIMBIATE (MI)
Sabato  15 Febbraio - OSOPPO  (UD)
Venerdì 28 Febbraio - MOGLIANO (MC)Sabato  29 Febbraio e Domenica  1 Marzo -  TEATRO DEL CESTELLO FIRENZE
Venerdì 6 Marzo - MACERATA FELTRIA (PU)
Sabato  7 Marzo - SAN MARCO IN LAMIS (FG)Domenica  8  Marzo - TEATRO CAESAR SAN VITO ROMANO (RM)
Venerdì  20 Marzo - TEATRO PALAPARTENOPE NAPOLIVenerdì 26 e Sabato  27 Marzo - OPERA (MI)
Venerdì  3 Aprile - BORGIO VEREZZI (SV)
Sabato  4 Aprile - CICAGNA (GE)Venerdì  17 Aprile - GORGONZOLA (MI)Sabato  18 Aprile - SANTENA (TO)
Domenica 10 e Lunedì  11 Maggio - TEATRO DEL LOTO FERRAZZANO (CB)Sabato  16 Maggio - RONCIGLIONE (VT)

2 commenti:

  1. Due grandi attori che adoro e che mi piacerebbe vedere in questo spettacolo molto intrigante e comico allo stesso tempo che mette a nudo sul palcoscenico le cose belle e meno bello che hanno tutte le coppie del mondo...buon tour!!in attesa di vedervi a Roma tanta merda 🙌🙌🙌🙌!!Complimenti a Tania per questa bellissima intervista e all'intervistato per le risposte ✌✌🙌

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vorrei vedere anch'io questo spettacolo! Grazie per le bellissime parole che mi rivolgi sempre!!!

      Elimina

PennadorodiTania CroceDesign byIole