Il cielo sopra il letto visto da Guido

Il cielo sopra il letto
Skylight
di David Hare
Produzione del Teatro Eliseo


  In scena tre protagonisti:
LUI (Luca Barbareschi), un marito borghese arrogante, becero e maschilista sia con la moglie ormai defunta, che con l’amante;
LEI (Lucrezia Lante della Roverel’amante clandestina (ma non troppo) per lontani sei anni, ricercata e ritrovata speciale in una notte assurda ma senza possibilità di replica;
IL FIGLIO DI LUI (Paolo Marconi), il trait d’union che inizia e finisce la pièce, con una presenza cortese ed ironica, ma concreta.
Questi tre personaggi, danno voce ad altre figure di rilievo, volutamente assenti:
LA MOGLIE DI LUI, morta un anno prima, anche a seguito della scoperta annunciata della tresca del marito con la baby-sitter di casa, che scompare dalla loro vita appena dopo il ritrovamento delle lettere d’amore lasciate sub-consciamente in cucina, ma che dovevano stare in soffitta;
L’AUTISTA DI LUI, che aspetta il capo/padrone, oggetto di una disputa ideologica, se non sindacale, tra il borghese auto dichiaratosi arricchito, ma forse nullatenente e non certo intellettuale, e la più progressista amante, professoressa introdotta nel sociale di due complesse periferie romane, la famigerata Magliana ove vive, ed il mai risolto Corviale ove insegna;
IL TASSISTA, che aspetta a sua volta il cliente indeciso, che però non ha alcuna voglia di scendere, sebbene sia stato invitato cordialmente ad andarsene.
E poi un quarto protagonista che fa da sfondo ed aleggia sulla scena, ma al di fuori di questa e del palcoscenico, un' improbabile neve a Roma, che fa gelare l’ambiente, non certo coadiuvato da una stufa elettrica che fa tanta luce rossa, ma nessun calore.

Un finale oltre il finale: Barbareschi annuncia la probabile chiusura dell’Eliseo, qualora non intervenga per l’ennesima volta lo Stato o il Comune, dichiarando giustamente che “la Cultura è ben più in alto della Politica”.

  Roma, 17/12/2019


 di  GUIDO DEL CORNO’

2 commenti:

  1. Bellissimo spettacolo da vedere all'Eliseo dove ancora una volta viene fuori il fatto che una grande passione non basta per tenere insieme una coppia.Tre grandi interpreti che incarnano splendidamente i personaggi che interpretano regalandoci grandi emozioni.Grazie Guido per la tua recensione attenta ed essenziale!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Nunzia e grazie a Guido per l'originale chiave di lettura!

      Elimina

PennadorodiTania CroceDesign byIole